Infinito

Buona sera amici..sono appena tornata a casa dopo aver trascorso un pomeriggio in  uno dei tanti centri commerciali che ormai ci sono nell’interland Catanese, per comprare qualcosina approfittando dei saldi di fine stagione. Non vi dico la confusione che c’era, poi secondo me la gente sta perdendo quel poco cervello che già aveva, assumendo sempre più comportamenti animaleschi..Avete presente i leoni davanti al corpo ormai morto di un’antilope? Ecco le persone stanno diventando così..spingono, urlano, ti tolgono le cose di mano, sono più insofferenti del solito alle file alle casse per pagare…insomma c’era davvero un gran casino, tanto che ho deciso che non farò mai più shopping la domenica…eh eh!!Nonostante questo però non mi sono persa d’animo e sono riuscita a comprare un maglioncino ed una borsa..devo dire che sono sodisfatta,in fondo non avevo bisogno di altro, quindi va bene così almeno per oggi;)..In realtà non volevo raccontarvi della confusione al centro commerciale..quello che volevo condividere con voi era un’altra cosa..Quando sono in macchina e non sono io a guidare, mi siedo sempre con la testa poggiata al finestrino,per guardare la strada che scorre, o il paessagio fuori,stasera cmq avevo poco di che guardare a parte il traffico,così ho alzato gli occhi al cielo ed ho visto la luna..forse era il cielo limpido o non so cosa, ma mi sembrava più luminosa. Era come se fosse accesa una lampadina dietro di lei che la rendeva più gialla..Mentre guardavo la luna, alla radio Raf cantava “Infinito”..e tra le tante cose che potevano venirmi in mente..mi chiedevo se per caso nell’universo, in qualche mondo sperduto chissà dove..c’era qualcuno che come me poteva vedere la luna e magari si poneva la stessa domanda..è un pensiero idiota lo so,non ci credo nemmeno io, anzi sono convinta che non esista nessuno lì fuori, ma per un secondo,probabilmente suggestionata dalla musica mi sono lasciata trasportare da quest’onda di fantascienza..e poi mi sono ricordata sempre ascoltando la canzone,di quando Raf l’ha cantata al teatro greco di Taormina durante un festivalbar..io ero lì..ho dei bei ricordi legati a quel momento..e poi come sapete il panorama è meraviglioso..il teatro, il mare da un lato e l’etna dall’altro e quel tramonto dai colori caldi…sono emozioni che non si dimenticano..Insomma posso dire che è stata proprio una bella domenica che conclude queste vacanze..Da domani si riprende a pieno ritmo la solita vita e devo ammettere che non mi dispiace i miei colleghi  e le nostre battute senza senso mi mancano..Quindi adesso vi saluto e vi auguro una buona settimana..idi:)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Infinito

  1. Claudio Torchio ha detto:

    Ciao Idi,
    l’ho vista anche io quella luna stasera, erano circa le 18.30 ed ero in giro, ho visto quel magnifico disco luminoso, compagna di tante serate.
    Il panorama era certo diverso: l’autostrada da una parte e il naviglio dall’altra, ma su in cielo non ci sono autostrade o altro, come diceva Lucio Dalla “e la luna è una palla ed il cielo un biliardo”.
    Buon lavoro, buona ripresa di tutto!
    Ciao, un abbraccio
    Claudio

  2. gAs ha detto:

    Mi piacciono le tue impressioni quando alzi gli occhi al cielo. Ho visto anch’io quella luna, e a volte ho provato anch’io la sensazione di cui hai parlato, che qualcuno dall’altra parte possa guardare la stessa meraviglia che guardiamo noi. E’ sempre stata, come dire, una sensazione rassicurante. E non è proprio la stessa cosa, ma qualche anno fa, durante una sera sul mare, pensavo questo che poi scrissi in un post… “ti ritrovi a guardare il sipario che cala sulle luci della costa, sulle città più lontane che al buio si vedono di più. Sulle spiagge dove qualcun’altro avrà visto lo stesso spettacolo, chissà. Senza saperlo, ma con lo sguardo verso noi, verso le nostre luci di città che al buio si vedono di più“.
    Buona settimana anche a te, Idi. Un abbraccio.

  3. ritabettaglio ha detto:

    Anche qui a Genova ci sono i saldi, ma tanta gente gira e poca compra. Ti dirò che non vedo cose così belle da lasciarci il cuore… a parte un paio di stivaletti nocciola e rossi, bassi bassi e morbidi che mi hanno stregato… comunque avevano un prezzo abbordabile… nessun dissesto finanziario. Catania dev’essere davvero bella… con l’Etna vicino! mi piacerebbe visitarla!

  4. Sandro ha detto:

    Non vado più in un centro commerciale da anni, con buona pace di mia moglie, che poverina, va da sola. Io al massimo la aspetto fuori e le carico la spesa (SIBBUANA)…
    Quello che volevo dire è “non cambiare”…

    Ciao

  5. Ciao Idi
    Ti auguro un serena settimana
    Trisch

  6. stefano re ha detto:

    Immagini vere!
    Complimenti!
    Stefano

  7. Stella in Cammino ha detto:

    Ciao :D seguo la scia del tuo commento sul mio blog e.. ti scopro.
    Capisco molto entrambe le tue impressioni di questo posto.

    Da un lato, molto spesso le persone mi danno l’impressione di credere di essere “sole al mondo”. Non si accorgono che c’è un’intera umanità che condivide questo tempo e questo spazio con loro. Non se ne accorgono, o peggio non gliene importa proprio nulla. Ed è davvero una impressione molto brutta.. perché invece di capire che siamo UNO, con gli altri e con il mondo, insistiamo nella nostra illusione di individualità e separatezza. E così con i nostri comportamenti egoistici distruggiamo la terra, i rapporti umani, forse l’intera società.
    E poi mi accorgo che forse sono così anche io.. ma bisogna provare almeno a rompere questa spirale distruttiva.. prima o poi quelli “fuori” dalla spirale saranno la maggioranza, se “dio” vuole..

    Dall’altro, anche io faccio qualcosa di molto simile, fin da quando ero bambina.. mi capita di guardare la mia immagine riflessa nel finestrino, mentre la notte scorre fuori dalla macchina. Per me è un modo di “vedere me stessa” e fare un bilancio della mia situazione del momento.

    Ti lascio un sorriso e ti ringrazio per le riflessioni che mi hai “donato”.

  8. annitapoz ha detto:

    Anch’io ho provato talvolta le sensazioni che descrivi, guardando la luna o il cielo al tramonto. Mi piacciono le persone che sanno catturare con gli occhi (e magari anche con la macchina fotografica) colori, suoni, paesaggi e non se li lasciano scivolare addosso ma li colgono come spunto di riflessioni. Buon fine settimana, Annita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...